martedì 15 febbraio 2011

Scorzette d'arancia candite .... notte bianca come zucchero cristallizzato

Ieri era notte tardi e leggevo il mastino dei Baskerville di Arthur Conan Doyle, comprato dalla libreria della grande città a poco meno di un euro, leggevo del povero Baskerville e della sua notte nella brughiera, nella sua grande casa, a guardare quel cancello, oltrepassato il quale rimaneva la paura e la notte fuori, con quei suoi rumori e le sue creature strane. Non so se fosse così anche per Baskerville ma qui la notte ha dei colori inaspettati, ogni sera è diversa. Così, ho riposto il libro tra mille altri disordini, messi in bella mostra di sè sul comodino e mi sono precipitata fuori a vedere un pò oggi com'era.E ti stupisci. affacciandoti dal porticato a sbirciare da sotto agli archi, vedere quale piega prende, di che colori l'imbrunire si veste, come una donna capricciosa o come una misteriosa cartomante. A volte il cielo diventa giallo arancio, sotto le luci dei lampioni che illuminano le stradine piccole e deserte, a volte, invece, è notte scura di velluto blu con qualche schizzo di vermiglio, altre ancora di seta nera con il fruscio delle pieghe che fa il vento passando dalle fronde dei giganteschi alberi della villa abbandonata. Ieri notte, era stupenda, era bianca, con una coltre umida che accarezzava le superfici al suo passaggio, lasciando una patina di cristalli al loro posto, come un trasparente scialle di pizzo bianco, come lacrime appese a mezz'aria. Mi sono rannicchiata sul mio scalino preferito a gustarmi quell'incanto, non si vedeva ad un palmo dal proprio naso, piccole nenie ritornavano alle mie orecchie cantate da uccelli lontani e qualche miagolio d'invito di un gatto che ostinato cantava il suo struggimento. Mai vista un'opera d'arte così bella, sembrava un dipinto di caseina su tela, sembrava polvere di zucchero cristallizzato d'arancia...

SCORZETTE D'ARANCIA CANDITE 


INGREDIENTI:

bucce d'arancia biologica
zucchero
acqua

Prendete le bucce di arancia e tagliatele a losanghe, a piccoli spicchi di luna, lavatele bene e mettetele a bagno per due giorni, con cambio di acqua frequente.
Sistemarle in una pentola coprirle d'acqua e fatele bollire, quindi scolatele bene e pesatele.


Tanto è il peso delle scorzette tanto ne vorranno di zucchero (esempio 200 gr di scorzette, 200 gr di zucchero).  Si prende un apentola si sistemano le scorzette sul fondo e si versa lo zucchero sopra, avendo cura di lasciarle riposare così senza cottura per 30 minuti o più . Questa operazione farà si che per il principio dell'osmosi lo zucchero tiri via dalle scorzette l'acqua e non ci sarà bisogno di aggiungerla.
Passati i trenta minuti accendiamo la fiamma, fiamma bassa e cuociamo lentamente, rimestiamo delicatamente in modo che le scorzette non si appiccichino sul fondo della pentola, cuociamo ancora finchè l'acqua non si asciuga. Quando lo sciroppo non si è ancora tutto  asciugato spegnere e rimestare in continuazione ma dolcemente finchè non si asciuga a con il calore incamerato.




la luna a volte come ieri notte può essere abbagliante, quasi da socchiudere le palpebre per la luce che emanava, non mi stupirei se ieri notte quel gatto innamorato alla sua amata avesse portato un fiore di scorzette d'arancia candite...

Partecipo al contest della banda:





e al contest di Cinzia :
ilricettariodicinzia

18 commenti:

  1. mi piace tanto leggerti...
    bellissime le tue scorzette...complimenti!!
    ciaooo
    Enza

    RispondiElimina
  2. il tuo post è poesia pura....

    RispondiElimina
  3. Questo post sembra quasi una favola.Di quelle che ti lasciano dentro serenità d'animo.Le tue scorzette d'arancio potrebbero tranquillamente entrare a far parte del paniere di cappuccetto Rosso.Che brava che sei.

    RispondiElimina
  4. ...spicchi di luna profumati di zucchero ed arancio :) sullo sfondo della tua notte magica fanno sognare :):) chissà se anche la gatta si è innamorata poi...
    ps: ti ho spedito la ricetta per il gioco!incrocio le dita e spero ti piaccia...bacioni! :)

    RispondiElimina
  5. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  6. un bellissimo post!! Anche la ricetta è interessante e facile da eseguire. Grazie

    RispondiElimina
  7. Ciao!
    Sono un po' di corsa...Vado subito ad aggiungere il tuo link!!!
    Grazie

    RispondiElimina
  8. scorzette d'arancia candita? mi va l'idea...! assolutamente.
    e che capacità descrittiva che hai!
    Baci

    RispondiElimina
  9. un post bellissimo!!!!!!la ricetta deliziosa!baci!

    RispondiElimina
  10. il tuo post mi piace tanto... anche se vengo colta da un invidia indecente... oggi se fossi uscita solo acqua avrei preso!! e anche se fossi uscita ieri o l'altro ieri :(
    mi piacciono i post così ricchi di parole ed emozioni. Ci vedremo spesso mi sa!! :D
    Baci
    Vero

    RispondiElimina
  11. è sempre un piacere leggere i tuoi post...magari mangiucchiando una scorzetta di arancia!

    RispondiElimina
  12. Vedo che anche a te piaccioni i gialli e in questo caso i classici sempre belli e da rileggere ogni tanto..
    Da preparare sempre, quando è stagione, queste deliziose scorzette...tanto per rimanere in linea!!
    Baci e buon we

    RispondiElimina
  13. mi è piaciuto il libro e mi piace molto questa tua prefazione che apre alla ricetta azzeccata!

    RispondiElimina
  14. Che bel post! Davvero! Le scorsette sono bellissime e poi è così bello farsele in casa invece di comprarle! Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  15. Che buone le scorzette candite! Come ti capisco, anch'io quando leggo un libro, mi ci immergo proprio.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  16. Una buena idea es hacer naranjas confitadas,yo siempre tengo preparadas,para hacer pan de pascua Chileno en los ibgredientes,porque le dan un aroma muy especial y fresco,duran bastante tiempo guardadas en lata hermética,me gusta leerte en tus explicaciones un abrazo grande.

    RispondiElimina
  17. ...traigo
    sangre
    de
    la
    tarde
    herida
    en
    la
    mano
    y
    una
    vela
    de
    mi
    corazón
    para
    invitarte
    y
    darte
    este
    alma
    que
    viene
    para
    compartir
    contigo
    tu
    bello
    blog
    con
    un
    ramillete
    de
    oro
    y
    claveles
    dentro...


    desde mis
    HORAS ROTAS
    Y AULA DE PAZ


    COMPARTIENDO ILUSION
    BABETTE

    CON saludos de la luna al
    reflejarse en el mar de la
    poesía...




    ESPERO SEAN DE VUESTRO AGRADO EL POST POETIZADO DE MONOCULO NOMBRE DE LA ROSA, ALBATROS GLADIATOR, ACEBO CUMBRES BORRASCOSAS, ENEMIGO A LAS PUERTAS, CACHORRO, FANTASMA DE LA OPERA, BLADE RUUNER ,CHOCOLATE Y CREPUSCULO 1 Y2.

    José
    Ramón...

    RispondiElimina
  18. sono buonissime, conosco il loro sapore!
    Complimenti il tuo blog è molto carino
    Elisa

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...